Rinnovabili termiche: da cenerentola a leone. Conferenza a Milano

alt
Si è conclusa a Milano la quarta edizione della “Conferenza nazionale per le rinnovabili termiche” organizzata da Amici della Terra in collaborazione con CARTE (Coordinamento della Associazioni di impresa per le Rinnovabili Termiche e l’Efficienza energetica). 
Ampia e approfondita la discussione nella mattinata, con ospiti di livello che hanno fatto il punto della situazione a quattro anni dalla Direttiva 2009/28/CE. 
“La conferenza fa il punto sul settore delle rinnovabili termiche – spiega Rosa Filippini, Presidente di Amici della Terra –, settore che ha le potenzialità per essere il più importante fra le tutte le rinnovabili e decisivo per gli obiettivi del 20-20-20. Il suo sviluppo costituisce inoltre un’opportunità unica per uscire dalla crisi, viste le ricadute che avrebbe sull’industria manifatturiera italiana. Il nuovo Governo ha dato l’indicazione di maggior selettività per gli incentivi, e ha tutti i dati che consentono di selezionare le tecnologie su cui investire, con regole e con incentivi, chiudendo definitivamente la fase dei sussidi, degli sprechi e delle rendite a spese dei cittadini e spesso a favore dei soli mercati esteri”.  
Nella mattinata è intervenuto, tra gli altri, il neo-Sottosegretario all’Ambiente del Governo Letta Marco Flavio Cirillo, Sindaco di Basiglio in provincia di Milano. 
“In merito alla conferenza sulle Rinnovabili termiche – illustra Marco Flavio Cirillo – è stata per me, in qualità di Sindaco, l’occasione di mostrare esempi concreti di efficientamento energetico: la casa della danza e della musica, la refezione scolastica a impatto zero, l’efficientamento energetico delle scuole materne. Come Sottosegretario all’Ambiente reputo importante spingere sulle rinnovabili termiche quale altra leva verde per contribuire al nostro ambiente, alla riduzione delle emissioni, all’uso delle energie alternative rinnovabili e al risparmio energetico.”
“Le rinnovabili termiche – prosegue Cirillo – trovano un forte know-how nelle realtà produttive italiane, a differenza delle rinnovabili elettriche, che invece vedono forti competitor internazionali e di industrie estere. Le rinnovabili termiche rappresentano un bell’esempio di made in Italy”.
Il convegno è proseguito con discussioni riguardanti l’utilizzo delle rinnovabili termiche nell’edilizia e sull’applicazione del teleriscaldamento, con la presentazione del modello Milano che ha visto sul palco esponenti del Governo cittadino, tra cui l’Assessore all’Ambiente, Pierfrancesco Maran, di A2A e autorevoli esperti nazionali e internazionali. Presentato anche il modello di Rozzano (Mi), illustrato dall’Ing. Vito Ancora. Alla due giorni presente, in veste di presidente di Amici della Terra Lombardia, l’Assessore di Rozzano, Stefano Apuzzo
  • Visite: 1190