seguimi   

Le armi si organizzano!

Diffuso da noto sito finanziato da produttori d'armi.
 
Animali e umani non hanno difesa dai loro prodotti rifletti e vota seneramente.

Ecco cosa scrivono.


armiIn vista delle elezioni politiche del 4 marzo, la cabina di regia del mondo venatorio ha divulgato i nomi dei candidati che hanno mostrato “apprezzamento nei confronti delle istanze presentate alla politica”, condividendogli impegni di Federcaccia, Arcicaccia, Anuu, Italcaccia, Eps, Libera Caccia, Enalcaccia e Cncn. Li riproponiamo divisi per zone geografiche.

Per ogni candidato sono indicati la lista di appartenenza e ilcollegio uninominale o la circoscrizione plurinominale di riferimento.
Si ricorda che la legge elettorale in vigore, il cosiddetto Rosatellum, non prevede voto di preferenza né nei due terziproporzionali (i candidati vengono eletti secondo l’ordine di presentazione in lista) né ovviamente nei collegi uninominali (chi arriva primo vince il seggio), né prevede la possibilità divoto disgiunto.

Ecco il riepilogo completo, ordinato per regione, di coloro che, in vista delle elezioni politiche del 4 marzo, hanno dimostrato il loro apprezzamento per il programma della cabina di regia del mondo venatorio. Di ogni esponente politico sono indicati appartenenza politica, corsa per la Camera o il Senato e circoscrizione o collegio di candidatura.

Segue elenco.

per saperne di più .../elezioni-politiche-del-4-marzo-cabina-di-regia-del-mondo-venatorio/

 

Email

Loro non votano, vota tu per loro.


Mi permetto di scrivervi per segnalare la candidatura animalista alla Regione lombardia, nella Lista "Gori Presidente", il prossimo 4 marzo.
Da decenni conduco battaglie, anche molto forti, contro chi sfrutta e uccide gli animali:

dalla caccia alla vivisezione, dalle pellicce al bracconaggio, dagli allevamenti intensivi al randagismo. 

I partiti e le “coalizioni” sono ridotti a meri comitati e cartelli elettorali, sembra di assistere alla sagra delle salamelle: chi ne offre di più, chi promette di più e chi la spara più grossa. Non esiste più nella politica, una visone strategica e di insieme, una proposta seria in Regione Lombardia, capace di interessarsi ed interessare il "mondo animale".

La Regione Lombardia ha diverse competenze in campo animale, per i diritti degli animali.

Vanto un impegno trentennale nell'associazionismo animalista, ma anche nei canili e nel quotidiano. Quindi, anche nel 'casalingo'.

Loro non votano, vota tu per loro.
Stefano Apuzzo

Giorgio Gori Presidente  Fare, meglio
#stefanoapuzzo   #lombardiasceglieambiente   #regionali2018

 

luinonvota

Email

Diritti e benessere degli animali

Sono portavoce di Gaia, animali & ambiente Onlus, ed impegnato da sempre nelle battaglie in difesa di tutti gli animali.
Sono stato delegato della Leva Anti Vivisezione e, da deputato verde, nel 1992, ho fatto approvare importanti leggi per "i nostri fratelli animali" come li chiamava San Francesco.

A Rozzano, Comune nel quale sono assessore all’Ambiente e diritti degli animali dal 2004, ho fatto approvare importanti regolamenti.
Da noi, ad esempio, non attendano circhi con animali e tutti gli animali (dalle rondini ai cani, dai gatti liberi ai rospi) sono iper tutelati.

Da decenni conduco battaglie, anche molto forti, contro chi sfrutta e uccide gli animali: dalla caccia alla vivisezione, dalle pellicce al bracconaggio, dagli allevamenti intensivi al randagismo.
La Regione Lombardia ha diverse competenze in campo animale.
 
Una convenzione regionale con i veterinari per attivare la “Mutua veterinaria” affinché anche le persone più povere possano avere accesso al veterinario a costi accessibili.
Nuove norme per gli allevatori di animali “da reddito” che considerino il progressivo abbandono dell'allevamento intensivo in Lombardia. Norme più restrittive per il commercio di animali di affezione (anche per evitare il cd “inquinamento genetico” causato dall'abbandono di ogni tipo di animale tropicale in boschi, stagni e laghi nostrani)...
Una legge regionale più restrittiva sulla caccia che abbrevi il calendario venatorio e riduca le specie cacciabili.

Email